Avvento letterario 2017: #3 Leggendo sotto l’albero

C’è sempre qualcosa in cui devi credere. Credere per davvero: è la prima regola di un elfo. Non puoi vedere qualcosa, se non ci credi.

Quest’anno mi sono messa in testa di leggere dei libri che sappiano di Natale, sperando che riescano a restituirmi un poco del mio vecchio spirito natalizio, un poco di quell’entusiasmo verso il mondo che ho perso e non riesco a ritrovare. Così ho spulciato di qua e di là, cercando ispirazione tra titoli nuovi e vecchi.

Oltre a rileggere Il canto di Natale, come anticipato ieri, vorrei dedicarmi a questi tre libri:

The Polar bear explorers’ club di Alex Bell
Charlie Attl

Voi non avete idea di quanto sia bella la copertina di questo libro dal vivo: una piccola gioia. Questo romanzo per ragazzi, edito da Faber & Faber, si propone di raccontare la storia di Stella Starflake Pearl, un’orfana che si unisce al Club degli Esploratori dell’Orso Polare per una spedizione tra i ghiacci. Là fuori c’è un mondo pericoloso, pieno di avventure e di pirati della neve, di yeti giganti, di oche d’oro magiche e di terrificanti cavoli carnivori. Stella non deve affrontarli da sola, con lei ci sono anche Shay Silverton Kipling, figlio del capitano e capace di sussurrare ai lupi, Ethan Edward Rook, mago ed esploratore dell’oceano, e Beanie, mezzo elfo e mezzo… boh, questo lo devo scoprire. Non viene voglia anche a voi di partire con loro? 🙂

A boy called Christmas di Matt Haig
Mickyprofi

Anche questo è un libro per ragazzi. Pare che si riproponga di raccontare la vera storia di Babbo Natale. Al centro di tutto Nikolas, un bambino di undici anni, che non ha paura di credere nella magia… Nonostante all’estero abbia riscosso un certo successo, sembra non essere stata pubblicata alcuna edizione italiana. Ne parlano tutti come un romanzo magico e divertente, perciò ho grandi aspettative.

The bear and the Nightingale di Katherine Arden
libri natalizi
Ibookpile

L’orso e l’usignolo, primo romanzo di quella che sarà una trilogia, è ambientato in un tempo remoto e nell’estrema Russia, dove è inverno quasi tutto l’anno e la neve è più alta delle case. Anche in questo libro dovrebbe esserci tanta magia. Pare sia ricco del folklore russo, con le sue fiabe, i suoi spiriti e le sue tradizioni, perciò, anche in questo caso, spero di trascorrere delle ore piacevoli.

E voi, che cosa avete in mente di leggere in questo mese? Raccontatemelo, sono sempre a caccia di ispirazione. Alla prossima! 🙂

2 comments on “Avvento letterario 2017: #3 Leggendo sotto l’alberoAdd yours →

  1. Che bei libri! Mi ispirano tanto io leggerò l’autobiografia di Freya Stark e contemporaneamente andrò avanti con i libri acquistati a settembre, tra i quali indovina un po’? Un libro di fiabe russe e l’Atlante leggendario delle strade d’Islanda. Sto indietro con tante letture a dire il vero; libri che ho ricevuto tra natale e capodanno dell’anno scorso e che ancora non sono riuscito a iniziare. Mi servono giornate lunghe il doppio Comunque spero tu riesca a ritrovare un po’ di quell’atmosfera nel tuo cuore. Un abbraccio granderrimo 🙂

    1. L’atlante leggendario delle strade d’Islanda ce l’ho in lista anche io.
      Nemmeno tu sei immune alle atmosfere magiche della russia, eh? 🙂
      Sinceramente, ultimamente sono in affanno anche io. Di nuovo alle prese con enne libri cominciati e non portati avanti. Ma non demordo.

      🙂 Grazie, un abbraccio anche a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*