“Sette brevi lezioni di fisica” di Carlo Rovelli

Ottanta pagine per illustrare la bellezza e la meraviglia dell’essere scienziato. “Sette brevi lezioni di fisica” di Carlo Rovelli è pura poesia.

sette brevi lezioni di fisica rovelli
Sette brevi lezioni di fisica di Carlo Rovelli, Piccola Biblioteca Adelphi, 2014, pp. 88. ISBN: 9788845929250, € 10,00.

Sette brevi lezioni di fisica nasce da una serie di articoli pubblicata dall’autore sul supplemento domenicale del Sole 24 Ore. Queste lezioni accarezzano, con leggerezza, argomenti come la relatività generale di Einstein, la meccanica quantistica, le particelle elementari, l’architettura del cosmo e i buchi neri.

Ottantacinque pagine per capire ed apprezzare l’amore per il sapere e per la ricerca che muove lo scienziato. Con estrema semplicità e poesia, Rovelli racconta tutto l’entusiasmo e tutta la bellezza del fare ricerca. Ed è qualcosa di splendido. Fra salti quantici, timidi elettroni e molto altro, si riflette, rapiti, sulla bizzarria e la complessità del cosmo, le cui regole continuano a sfuggirci. Un immenso LEGO che pare non avere leggi precise, univoche e inderogabili, e che si affida alla probabilità.

E allora, come si fa? Ci si affida alle visioni, alla capacità di “vedere” le cose in modo diverso di grandi uomini.

Carlo Rovelli, a suo tempo, aveva parlato del libro a Che tempo che fa. Potete rivederlo qui.

[line]

Il brano

“Da ragazzo, Albert Einstein ha trascorso un anno a bighellonare oziosamente. Se non si perde tempo non si arriva da nessuna parte, cosa che i genitori degli adolescenti purtroppo dimenticano spesso. Era a Pavia. Aveva raggiunto la famiglia dopo aver abbandonato gli studi in Germania, dove non sopportava il rigore del liceo. Era l’inizio del secolo e in Italia l’inizio della rivoluzione industriale, Il padre, ingegnere, installava le prime centrali elettriche in pianura padana. Albert leggeva Kant e seguiva a tempo perso lezioni dell’Università di Pavia: per divertimento, senza essere iscritto né fare esami. È così che si diventa scienziati sul serio.”

[line]

La citazione

“Qui, sul bordo di quello che sappiamo, a contatto con l’oceano di quanto non sappiamo, brillano il mistero del mondo, la bellezza del mondo, e ci lasciano senza fiato.”

0 comments on ““Sette brevi lezioni di fisica” di Carlo RovelliAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*