“Tutti i miei amici sono supereroi” di A. Kaufman

Gli amici di Tom sono tutti supereroi. Nessuno di loro ha un’identità segreta. Pochi indossano un costume. Ma tutti hanno il loro superpotere. Persino sua moglie è una supereroina. Tom la ama profondamente, ma, ahimè!, è stata colpita dal sortilegio di Ipno ed ora per lei Tom è diventato invisibile!

Ci sono libri di cui parlano tutti e che poi si rivelano delle ciofeche pazzesche. E ci sono libri di cui nessuno parla e che costituiscono dei piccoli gioiellini. Tutti i miei amici sono supereroi è uno di questi.

Tutti i miei amici sono supereroi di Andrew Kaufman
Tutti i miei amici sono supereroi di Andrew Kaufman, edito da MeridianoZero Edizioni, ISNB 9788882371302, 124 p., 2007, 9 euro. Titolo originale: All My Friends Are Superheroes

Quando i tuoi amici sono supereroi…

Tom, il protagonista della storia, è una persona qualunque. Una persona normale, senza nessuna capacità particolare. Di contro, tutti i suoi amici sono supereroi, ed hanno le doti più disparate. C’è la Presenzialista, quella che, dovunque voi andiate, lei è lì: sempre presente. C’è Businessman, cui basta un’occhiata ad una persona per calcolare l’esatto ammontare in dollari del suo patrimonio. Sì, gli basta guardarvi per sapere quanti soldi avete (o non avete), investimenti compresi. Una capacità di tutto rispetto, la sua, ma una cosa gliel’ha insegnata:

Anche se alcuni possedevano milioni e altri erano pesantemente indebitati, tutti sembravano tesi e preoccupati allo stesso modo. Ne aveva concluso che esisteva un’unica quantità di denaro: mai abbastanza.

Poi c’è Televendita, che può convincere chiunque altro di tutto quello di cui è convinta lei. E vogliamo parlare di Gipiesse? Sa arrivare dovunque partendo da qualunque altro posto, anche se non c’è mai stata prima. L’Ospite, invece, è

dotato della capacità di tirare avanti senza un lavoro, una relazione stabile o una dimora fissa, L’Ospite lo potete incontrare durante il suo tragitto da un divano all’altro degli appartamenti dei suoi amici, sparsi per tutta la città. L’Ospite non solo riesce a sopportare lunghi periodi di indigenza, ma può anche sostentarsi, dal punto di vista nutritivo, con poche manciate di cereali per la colazione, qualche fetta di pane secco e un po’ di Ketchup. Misteriosamente non è mai privo di sigarette.

…tua moglie è una supereroina…

Si potrebbe continuare a parlare degli amici di Tom per ore. Il punto è la stessa moglie di Tom è una supereroina: la Perfezionista, specialista in ordine maniacale e momenti indimenticabili. Il loro, non è

l’amore che si desidera, l’amore che si pensa di desiderare, l’amore che si pensa di desiderare ma quando alla fine arriva non lo si desidera più…

e neppure

l’amore che dura finché fai tutto quello che ti viene detto, l’amore preoccupato di non essere all’altezza, l’amore che teme di essere scoperto, l’amore che ha paura di essere valutato e giudicato insufficiente, l’amore che è quasi – ma non de tutto – forte abbastanza, l’amore che ti fa sentire inferiore agli altri…

No: il loro è vero amore.

Purtroppo, la Perfezionista è stata ipnotizzata il giorno delle nozze, e così ora non riesce a vedere Tom. Sì, Tom è diventato invisibile per la donna che ama. Chi è stato a perpetrare il misfatto? Ipno, il suo ex. La Perfezionista è convinta che Tom l’abbia abbandonata, così ha deciso di trasferirsi a Vancouver. Quando l’aereo toccherà terra, userà i suoi poteri per chiudere per sempre con il passato. Tom ha, perciò, pochissimo tempo per provare a riconquistarla: giusto la durata del viaggio da Montreal a Vancouver. Riuscirà a farlo, pur non avendo alcun superpotere?

…e tu sei uno qualunque

Tutti i miei amici sono supereroi è una romanzo godibilissimo. Bizzarro e sagace, si legge col sorriso sulle labbra dall’inizio alla fine, strappando più di una risata.
Quello che più mi ha colpita, è la facilità con cui Andrew Kaufman riesce a dipingere la società di oggi, dove tutti si distinguono e devono distinguersi per qualcosa, diventandone schiavi. Chi non ha un superpotere deve scegliere se lasciarsi sopraffare dal senso di inferiorità o fare della sua normalità la propria forza. Sì, perché la Perfezionista avrebbe potuto scegliere di stare con l’ennesimo supereroe, e che motivo hanno dei supereroi per avere un amico normale? Semplice: è proprio la normalità che li ha conquistati. Tom è la loro grande isola di serenità nel vasto mare del vivere e dell’essere sempre all’altezza. Leggetevelo!

0 comments on ““Tutti i miei amici sono supereroi” di A. KaufmanAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*