C’era una volta l’uomo senza memoria…

Non si è mai sposato, non ha mai viaggiato, non è mai uscito dalla sua cittadina.

C’era una volta… l’uomo senza memoria. Non si è mai sposato, non ha mai viaggiato, non è mai uscito dalla sua cittadina. Passa le giornate nel suo negozio di abiti inglesi, tra sciarpe, cappelli very british, giacche di tweed e camice su misura. Entrare nel suo negozio, è come fare un salto indietro nel tempo. Tutto sembra fermo ad un’altra epoca. E lui… lui non ha memoria, ma, a casa, in cantina, custodisce delle boccette miracolose.

Poco più in là, c’è la merciaia. Indossa orecchini di perla e occhiali a farfalla con brillantini sulla montatura. Lavora nella bellissima merceria che un tempo era di sua madre. Ci lavora da quando era piccola. È tutto ciò che ha. Bottoni, stoffe, filati: ricorda perfettamente il posto di ogni singola cosa. Da un po’ di tempo, ogni due settimane, un signore alto e distinto entra a comprare delle cravatte.

Poi, c’è un uomo ricco, anzi arricchito (proviene da una famiglia povera ed umile). Ha una fabbrica di scarpe — prestigiosissima. Eppure, le sue scarpe non se le fa confezionare in azienda: le compra in una boutique alla moda. Quanto ai suoi dipendenti, devono sentirsi in debito con lui, e lui ha il diritto di trattarli come schiavi: se non fosse per lui, farebbero la fame.

Questi sono solo alcuni dei personaggi de L’uomo senza memoria ed altre storie strane, una raccolta di racconti di Ilaria Borgna ed edita da ABEditore, per la collana Piccoli Mondi Moderni.

Comprato per caso, durante un giro in libreria, questo librettino si è rivelato una vera, piacevolissima sorpresa. Un gioiellino della “piccola” editoria.

l'uomo senza memoria ilaria borgna

Curatissimo sotto ogni aspetto, dalla grafica, all’impaginazione e alle illustrazioni, L’uomo senza memoria ed altre storie strane si lascia leggere seducentemente ed in un soffio, come le favole della buonanotte. Ma, quelle raccontate, sono storie che hanno ben poco della favola.

Sono storie grottesche, surreali, dal sapore gotico e distopico, di cui, a volte, non si è certi di averne afferrato il senso (come, ad esempio, in Uomini e mondo e La casa antica). Altre volte il senso è palese e …spaventoso, come nel racconto che dà il titolo alla raccolta, ma anche ne La merciaia, Delirio di Onnipotenza, Nessun odore  e La malasorte.

Ogni volta, si viene accompagnati nella lettura, come in un sogno — incantati, chiedendosi che cosa succederà, e poi, puntualmente, si arriva al brusco risveglio, di quelli che ci si chiede: ma che cosa ho letto?? E la riflessione che ne segue è sempre scomoda ed inevitabile, come a voler scuotere la coscienza del lettore dal suo torpore.

Bello!


l'uomo senza memoria ilaria borgna
L’uomo senza Memoria e altre storie strane, Ilaria Borgna
ABEditore, luglio 2018
ISBN: 9788865512838, pp. 110
€9.90

0 comments on “C’era una volta l’uomo senza memoria…Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.