“L’amaryllis fiorirà. The Austen Resort” di Elisa Origine

Se amate Jane Austen e avete sempre fantasticato su una rivisitazione in chiave moderna di Orgoglio e Pregiudizio, non potete non leggere L’Amaryllis fiorirà. The Austen Resort di Elisa Origine. Un crossover tutto italiano, plausibile e tremendamente godibile. Pronti a lasciarvi conquistare dai Benetti?

l'amaryllis fiorirà
L’amaryllis fiorirà. The Austen Resort (Vol. 1) di Elisa Origine
Self-publishing
28 gennaio 2017, pp. 276,
ISBN: 9788826009032
€ 2,99

Se amate Jane Austen e avete sempre fantasticato su una rivisitazione in chiave moderna di Orgoglio e Pregiudizio, non potete non leggere L’Amaryllis fiorirà. The Austen Resort di Elisa Origine. E vi fornisco subito altri due motivi per lasciarvi conquistare da questo libro: i Bennet sono gli italianissimi Benetti, e all’Austen Resort s’incontrano anche gli altri personaggi austeniani. Insomma, un crossover tutto italiano, plausibile e tremendamente godibile.

Il signore la signora Benetti, impiegato lui, cassiera lei, hanno ben cinque figlie. Giovanna è all’ultimo anno di scienze della formazione, Elisabetta deve iniziare il secondo anno di psicologia e Maria si è appena diplomata al liceo classico (col massimo dei voti, che domande!). Poi ci sono Lidia e Caterina, che studiano per diventare estetista e parrucchiera.

Dopo un anno di lavoro e qualche dispiacere sentimentale (di Giovanna), i Benetti sono pronti per partire per le agognate vacanze estive. Destinazione: Austen Resort, Fuerteventura.

l'amaryllis fiorirà
L’Amaryllis fiorirà. The Austen Resort (Vol. 2) di Elisa Origine
Self-publishing
28 gennaio 2017, pp. 148,
ISBN: 9788826009070
€ 2,99

L’Austen Ventura è un villaggio turistico da sogno, al di sopra delle loro possibilità. Ad averli invitati, però, è stata Carlota Lucas Zanetti, una cara amica di Elisabetta e Giovanna, sposatasi da poco con Guillermo Cerro Benítez. La ragazza lavora alla reception col marito, nell’albergo diretto dal suocero. Sa chi arriva e chi va… e quando scopre che, nella settimana di ferragosto, sarà presente una certa persona, non perde un solo secondo per avvisare i Benetti. Eh già, credevate che la signora Benetti partisse davvero per le vacanze? Ha un piano ben preciso: la sua Giovanna dovrà riprendersi Charles Bingley entro la fine della settimana!

Ma, se la signora Benetti è agguerrita ed entusiasta, Elisabetta è piuttosto irritata: le toccherà incontrare di nuovo quell’antipatico di William Darcy. Ce la farà a sopportarlo per un’intera settimana?

[line]

L’amaryllis non è un fiore qualunque: simboleggia l’orgoglio e la fierezza uniti alla timidezza e all’introversione.

[line]

l'amaryllis fiorirà

Questo romanzo, diviso in due volumi, è una commedia divertente e introspettiva, romantica al punto giusto. Una lettura deliziosa; leggera, ma affatto superficiale. Un libro interessante, che invoglia alla riflessione, ma in modo naturale, senza mai esagerare.

Nato quasi per gioco, come fan-fiction sul sito EFP, tra il settembre 2011 e il gennaio 2013, il romanzo ha riscosso fin da subito un discreto successo. Tanto da spingere Elisa a rimaneggiare l’intero testo, apportando delle migliorie, inserendo temi di natura psicologica e attualizzando e approfondendo i tratti vividi che caratterizzano i personaggi nella versione originale. Quello di Elisa, è uno studio dei caratteri ponderato e davvero soddisfacente.

Sì, è stato un piacere incontrare Elizabeth e Mr Darcy in un contesto tanto inusuale, eppure ritrovarli caratterialmente fedeli a sé stessi. Non vi è mai capitato di leggere un derivato austeniano e pensare, irritati: Elizabeth non farebbe mai una cosa del genere!? Oppure: Ma figurati se Darcy si comporterebbe così!? A me capita praticamente sempre. All’Austen Resort, invece, tutti si comportano proprio come ci si aspetta che facciano. Elizabeth è proprio lei, così come Darcy, Jane, la signora Bennet e tutti gli altri. Ed è un vero sollievo.

l'amaryllis fiorirà

Personalmente, ho molto apprezzato anche il taglio psicologico del libro. Come viene spiegato nell’introduzione, Mr. Darcy è l’introverso più potente della letteratura: perché non servirsene, per spiegare un po’ l’introversione?

Attraverso dialoghi e note, l’autrice affronta la differenza tra introversione e timidezza, mostrando quanto sia importante riconoscere e distinguere tra le due cose. Lo scopo del romanzo, infatti, è proprio quello di migliorare la conoscenza dell’introversione, invogliando il lettore a capirla e a rispettarla.

Un lavoro intelligente e riuscito, per nulla banale. Leggetelo, non ne rimarrete delusi!

[line]

Avete letto L’Amaryllis fiorirà o avete intenzione di farlo? Avete anche voi un rapporto conflittuale con i derivati austeniani? Raccontatemelo! Potete lasciarmi un commento qui sotto, oppure scrivermi su Facebook o Twitter.

0 comments on ““L’amaryllis fiorirà. The Austen Resort” di Elisa OrigineAdd yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*